Crisi, Casta, beneficienza

Dal sito Yahoo! Notizie.

Anche in tempi di austerità e sacrifici, i nostri parlamentari non mancano mai di confermarsi come la “Casta”. L’occasione è stata nientemeno che una partita di calcio. La nazionale dei parlamentari era stata scelta per partecipare a un torneo di beneficenza organizzato a Catania, nel corso del quale avrebbe dovuto sfidarsi con la squadra dei magistrati e quella degli amministratori locali. Dopo avere risposto positivamente all’invito, come prima cosa i parlamentari hanno chiesto che i costi per la trasferta fossero “totalmente spesati”. Subito alcuni sponsor si sono offerti di venire loro incontro.

Come scrive il sito web di “Oggi”, al termine del torneo hanno dato però il peggio di sé. Un funzionario dei vigili urbani ha fatto il giro degli spogliatoi domandando un’offerta per comprare tre carrozzelle per i bimbi disabili dei quali si occupa l’associazione “Sorelle della carità”. Era necessario raccogliere 700 euro l’una, e magistrati e amministratori locali hanno subito donato la loro offerta. Deputati e senatori al contrario non hanno sborsato nemmeno pochi spiccioli. Gli organizzatori del torneo hanno quindi ripetuto la loro richiesta, interpellando anche Remo De Bellis, un commesso della Camera dei Deputati.

L’unico ad avere versato qualcosa è stato allora Giuseppe Berretta (Pd), che ha donato 100 euro. Gli altri “onorevoli colleghi” non hanno voluto invece mettere mano nemmeno al portamonete. Come è facile intuire, i “calciatori” della nazionale parlamentari sono tutt’altro che indigenti. Al fianco di Gioacchino Alfano (Pdl), Michele Cappella (Ulivo), Franco Gidoni del Carroccio e Luigi Muro del Fli, c’è per esempio anche Maurizio Paniz (Pdl), il cui reddito dichiarato è di 1 milione e 800mila euro l’anno.

La cosa mi lascia alquanto basito!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *