Capodanno 2018

E siamo arrivati al nuovo anno. Ci lasciamo alle spalle un 2017 molto pesante, un anno estremamente pesante. Per diversi aspetti, sia personali che oggettivi.

Un anno fatto di non lavoro, fatto di impegni (anche pressanti), un anno intenso vissuto fino all’ultimo.

Un anno in cui nuovi amici sono arrivati ed altri se ne sono andati.

Un anno che è servito a capire le pugnalate alle spalle. E per reagire!

Perciò vi dico “grazie” per essere stati miei amici, grazie per essermi stati a fianco e infine grazie anche per avermi fatto del male, perché in questo modo ho capito che razza di persone eravate.

Grazie ad amici, parenti, familiari, compagni di scuola, compagni di volontariato, grazie a tutti voi.

Un pensiero ai miei cari nonni, a mio padre e ai miei zii.

Riflessioni di metà estate

2014-08-07 Estate

2014-08-07 Estate

Ormai siamo a metà estate, il 15 Agosto ce lo siamo lasciati alle spalle, comincia il lento declino verso la fine della bella stagione. Devo dire, però, che questa sarà un’estate da ricordare, se non altro perché estremamente umida ed estremamente anomala.

Da Giugno ad oggi è piovuta una quantità d’acqua, mediamente, superiore del 300% alla media stagionale!!

Eppure io mi ricordo, da piccolo, che l’estate era la stagione del sole, di qualche raro temporale ma per lo più di tanto caldo e tanto tanto tanto sole… Dov’è finito tutto questo??

Sarà che, forse forse, gli allarmisti del clima avevano ragione? Noi, l’uomo, semplicemente ha innescato un processo di cambiamenti climatici. Noi, l’uomo, siamo i più diretti responsabili di avvelenamento di questo unico pianeta. Questo abbiamo, questa è la nostra casa, e noi la stiamo distruggendo pezzo pezzo, giorno dopo giorno. Continue reading