Buonismo

Siccome lo usate a sproposito, ecco la definizione della Treccani (nota istituzione comunista/massonica/etc etc etc): “Ostentazione di buoni sentimenti, di tolleranza e benevolenza verso gli avversarî, o nei riguardi di un avversario, spec. da parte di un uomo politico; è termine di recente introduzione ma di larga diffusione nel linguaggio giornalistico, per lo più con riferimento a determinati personaggi della vita politica.

Si parla di tolleranza, soprattutto nei riguardi di un avversario politico.

Sono “buonista” finché tollero il mio avversario politico.

Chiaro il concetto adesso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.