Ubuntu vs Ubuntu

Ossia la versione 10.04 contro la nuovissima 11.11. Due concetti di grafica e di usabilità nettamente diversi. Ho avuto modo di iniziare a utilizzare questa distribuzione di GNU/Linux nel 2007, con la prima versione 7.04, installandola su un mio vecchio pc. Non vi nascondo una certa emozione, per me, a quel tempo, poter lavorare su un sistema operativo che non fosse Microsoft Windows. C’era l’emozione e la curiosità di qualcosa di nettamente nuovo, diverso, interessante, intrigante, affascinante!

Da quel lontano 2007 ne è passata di acqua sotto i ponti! 8.04, 8.10, 9.04, 9.10, 10.04, 10.10, 11.04 e infine la 11.10. Cosa sono? Sono le uscite programmate del sistema operativo, una cadenza semestrale voluta dal padre di Ubuntu, Mark Shuttleworth, un imprenditore sudafricano che ha sponsorizzato fin dall’inizio la diffusione di Software Libero.

Fino alla versione 10.10, l’ambiente grafico era piuttosto orientato su un aspetto simil-Windows, anche per cercare di ottenere una maggior diffusione verso il pubblico. Con la 11.04, gli sviluppatori hanno fatto un deciso passo avanti, adottando un ambiente grafico, a mio avviso, più simil-Mac… Compare una barra di applicazioni (che gli utenti Apple già conoscono, la dock) sulla sinistra, il menù è stato rivisto e semplificato, si è cercato di rendere più agevole l’uso di un sistema operativo ritenuto ancora ostico e difficile da usare.

Certo, se compri un qualsiasi computer e ti danno un sistema operativo Windows a corredo, è facile poi penetrare il mercato consumer, dove l’azienda americana ha di fatto un quasi monopolio, con oltre 3/4 dei pc che usano questo OS. Linux, invece, è nettamente predomimante nel settore server, ossia gira sui super computer che sono all’interno dei grandi centri di calcolo. Per capirsi, i server che gestiscono il traffico dati di internet hanno Linux come sistema operativo… non certo Windows!!

Comunque, tornando a noi, devo dire che per il momento la nuova versione desktop di Ubuntu mi è apparsa interessante… Certo, qui sul portatile rimarrò ancora fedele alla 10.04, ma sul fisso mi divertirò di più a sfruttare queste innovazioni.

Provate anche voi questo sistema… secondo me, con i giusti programmi, scoprirete che non è così impossibile cambiare…

Linux Day Pistoia 2011

Finalmente, dopo diversi anni di tentativi, stavolta sono riuscito a partecipare al Linux Day! La giornata, nata nel 2001 per “…promuovere il sistema operativo GNU/Linux e il software libero, e consiste in un insieme di eventi contemporanei organizzati in diverse città italiane.

Il Linux Day è promosso e organizzato dai LUG italiani. La Italian Linux Society (ILS) ne stabilisce la data e, a volte, fornisce vario materiale informativo. La responsabilità dei singoli eventi locali è lasciata ai rispettivi gruppi organizzatori, che hanno libertà di scelta per quanto riguarda i dettagli delle iniziative locali, nel rispetto delle linee guida generali definite da ILS. La manifestazione è nata nel 2001 per iniziativa di Davide Cerri e Antonio Gallo di ILS, con lo scopo di valorizzare la rete dei LUG italiani organizzando una manifestazione di portata nazionale ma allo stesso tempo delocalizzata sul territorio. Il ruolo di ILS, è limitato alla promozione ed è secondario rispetto allo sforzo profuso dai LUG e dai molti gruppi spontanei che aderiscono, veri artefici della manifestazione. La prima edizione del Linux Day si è tenuta il 1º dicembre 2001 in circa quaranta città sparse su tutto il territorio nazionale.” Così recita la pagina di Wikipedia.

In particolare, a Pistoia l’evento è organizzato e seguito dal PtLUG, il Pistoia Linux User Group.

E’ stato un vero piacere partecipare a questa giornata: ho imparato un bel po’ di cose su Linux, su Ubuntu (che è una delle 400 distribuzioni del sistema operativo GNU/Linux), su Android etc.

 Nei prossimi giorni metterò a frutto queste preziose informazioni. Grazie PtLUG!!!

E’ notte alta e sono sveglio…

Mi viene immancabilmente alla memoria questa canzone… E’ mezzanotte passata, la radiosveglia segna 00:44, la sveglia puntata per le 08:15 di domani mattina…

Ma non ho ancora sonno… non sono ancora caduto tra le braccia di Morfeo…

Pensieri sconclusionati si affollano… ma chi li ha fatti entrare???

Guardo i libri accatastati dentro la libreria, sul cassettone, sul comodino, sopra la scrivania, sulle sedie… e penso che devo assolutamente catalogarli e sistemarli!

Penso ai panni da lavare… ai jeans che tra poco si indosseranno di nuovo perché cominceranno a calare le temperature…

Penso ai 24.4 °C che segna il sensore fuori dalla finestra…

Penso alla digitale e a tutte quelle foto che volevo scattare…

Ma non è ancora finita, l’estate non è ancora conclusa…

Anche se… tempus fugit… Che poi, questo simpatico Signor Tempo… che avrà mai da scappare… boh…

Vabbuò, ho capito, sto delirando… è giunto il momento della ninna…